LE INFEZIONI IN PRONTO SOCCORSO

DESCRIZIONE

La gestione delle infezioni in generale, della sepsi e dello shock settico è diventata una delle maggiori sfide che devono affrontare i dipartimenti di emergenza (DE). In alcune circostanze si tratta di veri e propri scenari clinici tempo dipendenti che coinvolgono tutta l’equipe di pronto soccorso già a partire dalla fase di triage. La sepsi è la grave complicanza di un’infezione, che danneggia tessuti e organi compromettendone il funzionamento e che può portare a shock, insufficienza multiorgano e morte, soprattutto se non riconosciuta e non trattata prontamente. Nel mondo si registrano 47-50 milioni di casi di sepsi, responsabile di almeno 11 milioni di decessi/anno; inoltre, tra i sopravvissuti, fino al 50% soffrono di sindrome post-sepsi, caratterizzata da sequele fisiche e psico-cognitive persistenti nel tempo e a lento recupero. In Italia, il numero di certificati di morte che hanno riportato sepsi come diagnosi è aumentato da 18.939 nel 2003 a 49.010 nel 2015 (dal 3 all’8% di tutti i decessi in Italia registrati in questi anni). La sepsi rappresenta, quindi, non solo una sfida clinica, ma anche un importante problema di salute pubblica. Anche in Umbria si è verificato un progressivo incremento dei ricoveri per sepsi da 2040 nel 2014 a 3003 nel 2017 con una mortalità superiore al 30%.

Gli obiettivi del percorso diagnostico terapeutico del paziente con un’ ”infezione d’organo” e/o con sepsi/shock settico sono quelli di evitare i rischi connessi ad una mancata diagnosi, inquadrando tempestivamente la patologia sottostante ed adottando al più presto una serie di provvedimenti gestionali, razionali ed essenziali tra i quali la corretta identificazione del germe in causa e l’avvio di una terapia antibiotica empirica che faccia riferimento alle più moderne linee guida già nelle prime fasi di accoglienza al Pronto Soccorso. Nonostante le numerose iniziative tese ad accrescere la consapevolezza della potenziale pericolosità di alcune infezioni, della sepsi e dello shock settico soprattutto in particolari fasce di età (bambini < 1 anno ed adulti > 60 anni) ed in pazienti con determinate malattie croniche (fegato, polmoni, reni, cuore, splenectomizzati, immunodepressi) ancora oggi ci rendiamo conto che le diverse manifestazioni cliniche rendono spesso difficile la diagnosi iniziale. Da qui la necessità di un approccio sistematico al problema, volto certamente a facilitare l’inclusione del maggior numero di pazienti con sospetto sepsi/shock settico nell’algoritmo diagnostico-terapeutico assistenziale dedicato, migliorando gli outcomes correlati alla precocità della diagnosi e del trattamento, ma anche ad escludere precocemente quei pazienti per i quali altre diagnosi risultino più probabili , evitando i rischi di una sovraesposizione ad antibiotici sia in termini di potenziali effetti avversi, sia di sviluppo di resistenze batteriche.

Scopo principale di questo convegno è quello di:
– Identificare il paziente a rischio di sepsi
– Condividere e mettere a confronto i principali percorsi diagnostico terapeutici allo scopo di razionalizzare ed ottimizzare la terapia antibiotica empirica, almeno nelle prime fasi di trattamento
– Fornire al personale sanitario i principali aggiornamenti in tema di diagnostica di laboratorio
– Coinvolgere il personale di diverse specializzazioni ed il personale che opera nei servizi di emergenza
– Fornire le conoscenze necessarie per giungere ad una diagnosi tempestiva e le azioni essenziali e basilari da intraprendere almeno nelle fasi iniziali del processo di trattamento
– Promuovere ed efficientare la rete dell’emergenza tra i vari Pronto Soccorso dell’Umbria.

INFORMAZIONI

TITOLO: “LE INFEZIONI IN PRONTO SOCCORSO. Tutto quello che bisogna sapere”

DATA: Sabato 27 Gennaio 2024
ORARIO: 8.00 – 14.00
LUOGO: Hotel Garden (Viale Donato Bramante, 4 – 05100 Terni)

RESPONSABILI SCIENTIFICI:
Dr. Giorgio Parisi Direttore della S.C. di Pronto Soccorso e Accettazione dell’A.O. Santa Maria Terni
Dr. Paolo Groff Direttore della S.C. di Pronto Soccorso e Accettazione dell’A.O. Santa Maria della Misericordia di Perugia

SEGRETERIA SCIENTIFICA:
Dr.ssa Erminia Carbone Dirigente Medico presso la S.C. di Pronto Soccorso e Accettazione dell’A.O. Santa Maria Terni

PER QUESTO CONVEGNO ABBIAMO REALIZZATO:

1.Promozione e divulgazione.

2.Segreteria Organizzativa, Accreditamento ECM e Ufficio Stampa.

3.Servizi per gli Sponsor.

VEDI PAGINA DEDICATA: DESCRIZIONE ORGANIZZAZIONE CONVEGNI.

> PORTFOLIO EVENTI E CONVEGNI ECM

GRAFICA DELL'EVENTO

FOTO DELL'EVENTO

VIDEO DELL'EVENTO

UFFICIO STAMPA

Logo Umbria Cronaca

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONANTE DI: